Torna la festa di bosco albergati! Ecco il programma!

Una Festa più accogliente, nel verde e nella musica, una Festa per famiglie, per bambini e anche per gli amici a 4 zampe. Torna dal 15 luglio all’8 agosto la Festa de l’Unità di Bosco Albergati, nell’area boscata di via Lavicchielle, a Castelfranco Emilia, al confine tra le province di Modena e Bologna, organizzata dai Circoli Pd di Castelfranco Emilia, San Cesario e Calcara. Si conferma una delle più grandi feste dell’Emilia-Romagna, con un’offerta politica, gastronomica e musicale particolarmente ricca. La Festa si sviluppa su un’area di 40.000 metri quadrati (15.000 di stand coperti); parcheggi che possono ospitare oltre 4.000 auto; 3.500 posti a sedere tra ristorazione e bar; 4 punti spettacolo in funzione tutte le sere a ingresso gratuito; un’area commerciale coperta e scoperta con oltre 50 espositori. Per fare funzionare, ogni sera, una Festa di queste dimensioni sono al lavoro mediamente 430 volontari.

Scarica il programma facendo click QUI

 

1-01Il programma politico e culturale– Tutte le attività si aprono venerdì 15 luglio alle ore 18.30. A seguire il taglio del nastro, alle ore 21.00, alla presenza del segretario provinciale del Pd Lucia Bursi e dei segretari dei Circoli Pd organizzatori dell’evento. In programma numerose iniziative di approfondimento dei temi di più stretta attualità. Giovedì 21 luglio si parlerà di “Riforma costituzionale e Futuro del Pd” con l’ex presidente della Regione Vasco Errani e il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Luciano Pizzetti, intervistati dal direttore della Gazzetta di Modena Enrico Grazioli. Venerdì 22 luglio, in collaborazione con l’Associazione Edera Onlus, si parlerà della nuova legge sul “Dopo di noi” e del difficile inserimento dei disabili nel mondo del lavoro con il deputato Pd Edoardo Patriarca, il consulente del lavoro Maurizio Caminati e il sindaco di Nonantola Federica Nannetti. Sabato 23 luglio “L’Europa dopo la Brexit, tra muri e solidarietà” con l’eurodeputata modenese del Pd Cécile Kyenge. In occasione del 70esimo del voto alle donne, mercoledì 20 luglio in programma letture e riflessioni sulla condizione femminile nel tempo e, domenica 24 luglio, in collaborazione con Anpi e Centro Documentazione Donna, dialogo tra donne di generazioni diverse  sui temi della partecipazione con l’ex viceministro all’Istruzione Mariangela Bastico, Caterina Liotti del Centro documentazione donna, Monica Guarracino dell’Anpi di Castelfranco e l’assessora del Comune di Castelfranco Emilia Valentina Graziosi. Giovedì 28 luglio si parlerà di Unioni civili con la relatrice della legge, la senatrice Pd Monica Cirinnà, e il presidente di Arcigay Modena Alberto Bignardi. Venerdì 29 luglio, incontro pubblico dal titolo “La mafia esiste anche al Nord. E si può sconfiggere” con la presidente della Commissione Antimafia Rosy Bindi, il senatore Pd Stefano Vaccari, componente della Commissione Antimafia, e il coordinatore di zona del Pd Christian Mattioli Bertacchini. Conduce la giornalista Mariapia Cavani. Domenica 31 luglio, il deputato Matteo Richetti presenta il suo libro dal titolo “Harambee”, intervistato da Pierluigi Senatore di Radio Bruno. Per tutta la durata della Festa all’interno della sala conferenze sarà allestita la mostra fotografica “Idomeni: il confine della speranza” sul campo profughi sito al confine tra Grecia e Macedonia sgomberato a maggio 2016; ne parleremo con l’autore Mirco Fiorini sabato 6 Agosto. Altre iniziative politiche sono in corso di definizione. Ricordiamo, inoltre, la fornitissima libreria all’interno della quale sarà possibile partecipare a letture e laboratori creativi per bambini e assistere a presentazioni di libri su vari argomenti: dal femminicidio alla storia della Città degli Alberi a testi di scrittori emergenti, il tutto in un ambiente accogliente e rilassante.

 

 Il programma degli spettacoli – Ogni sera la Festa offre musica per tutti i gusti. Sono quattro le aree dedicate allo spettacolo musicale: la balera, lo spazio giovani “Sottobosco”, il Mercado latino e la piazza Il centro della terra. Ogni spazio offre musica live a ingresso sempre gratuito. Al Sottobosco musica giovane e di qualità con i Rio (giovedì 28 luglio), la banda Rullifrulli (mercoledì 3 agosto), la band modenese Last (17 luglio), Nada e A toy orchestra (21 luglio), le tribute band Rumble in the jungle (15 luglio) e I fiori di pesco (22 luglio). Per gli amanti della musica latino-americana, nella piazza del nuovo Mercado latino, tutte le sere, musica latina con l’esibizione delle migliori scuole di ballo della zona.

 

Le novità dell’edizione 2016 – “Abbiamo cercato di creare una Festa che sia il più possibile per tutti – spiega il referente della Festa di Bosco Albergati Moris Saguatti –all’insegna dello stare insieme e della partecipazione. A cominciare dal logo e dalla immagine della Festa che sono stati scelti dagli stessi volontari della Festa, mentre partecipavano alla tradizionale “bandiga”. Tra le principali novità dell’edizione 2016, il Mercado latino, una sorta di cittadella nella Festa, con tre ristoranti tipici sud-americani (cucina argentina, cubana e brasiliana) e al centro una pista da ballo su cui scatenarsi tutta notte. Particolare attenzione è stata garantita al divertimento dei bambini con la Ludoteca, ma anche con lo spazio gonfiabili a loro disposizione in maniera del tutto gratuita. “Non abbiamo trascurato anche i nostri amici a 4 zampe – aggiunge Moris Saguatti – Per la prima volta, la Festa si è dotata di uno spazio attrezzato a loro dedicato, situato nei pressi dell’ingresso Sud della Festa”. Per due fine settimana (22/23/24 luglio e 29/30/31 luglio), inoltre, sarà allestito anche un vero e proprio villaggio western Wild west, grazie alla collaborazione con l’associazione culturale The Rancheros. Sarà possibile rivivere l’atmosfera del selvaggio West con giri in carrozza, pony per i bambini, visite al saloon e balli con le Can Can Girls. “L’anno scorso il grande caldo ci ha penalizzati – conclude Moris Saguatti – ma anche da quell’esperienza abbiamo imparato a migliorare la nostra offerta. Alcuni ristoranti gestiti dai volontari si sono dotati di verande con giardino completamente all’aperto, altri di ventole, altri ancora di raffrescatori, per mettere a proprio agio i tanti visitatori che aspettiamo. Insomma, anche quest’anno, grazie al prezioso lavoro dei nostri volontari siamo pronti per garantire 22 giorni di Festa all’insegna dell’impegno e del divertimento”.

Share Button

Unione dei Comuni, la lettera del nostro Sindaco

cropped-sindaco_784_5518.jpgCari concittadini, a due anni dall’inizio della mia seconda legislatura ci si avvicina a un passaggio molto importante per il nostro Comune. Il processo tutto interno ed amministrativo che porta il Comune di Castelfranco, e quello di San Cesario, ad aderire alla forma unionale del Sorbara, già presente sul nostro Distretto da oltre dieci anni, è in linea con diverse norme nazionali e regionali. La scelta è pur tuttavia di natura politica e sostenuta da diverse ragioni.

  • La prima è che non è più pensabile, in economia, ma anche nella pubblica amministrazione, poter “dare tutto” attraverso una visione campanilistica e solitaria. La richiesta di opere e servizi, opportunità e processi di empowerment che sempre più cittadini rivolgono, credo giustamente, ai Comuni, non può essere disattesa o ignorata. I limiti poi a cui sono assoggettati i Comuni da norme e vincoli nazionali di contenimento della spesa pubblica, negli ultimi anni, ancora di più, richiedono una riflessione più amplia, per fa sì che le scelte e gli indirizzi dati, trovino poi gambe su cui viaggiare.
  • Il famoso “turn over” del personale, ormai conosciuto anche da chi non si occupa direttamente di pubblica amministrazione impatta notevolmente sui Comuni. Ad esempio, al pensionamento di un agente di polizia municipale, non si può prevederne la sostituzione, per un vincolo di una assunzione ogni 5 pensionamenti. La sostenibilità è quindi a rischio, e in Unione questi vincoli non vi sono.
  • I vantaggi economici poi non possono essere sottaciuti, sia per accedere a finanziamenti di enti sovra ordinati, quali la Regioni, sia a bandi europei. È tempo che i Comuni si guardino attorno e non perdano queste opportunità, per garantire sostenibilità anche ai loro bilanci. 

Certo è che il percorso di questa Unione è stato negli anni piuttosto travagliato, credo anche per la disomogeneità territoriale e geografica della sua stessa configurazione, ma i vantaggi che tale processo può portare sono maggiori dei demeriti.  È per questo che in questi mesi, entro la fine dell’anno si lavorerà per dare gambe a questo ente di secondo livello, che non comporta costi aggiuntivi di rappresentanza, a cui conferire per prime le funzioni della informatica, della protezione civile, della polizia municipale e dei servizi sociali. Nei fatti per i cittadini le ricadute immediate non saranno percepibili, poiché l’obiettivo è di lasciare i servizi “di line” (a fruizione diretta dei cittadini) a loro disposizione sui territori, e di lavorare invece su tutte quelle prestazioni che non hanno impatto immediato sulla cittadinanza, i cosiddetti servizi di staff. Un esempio per tutti: se le buste paga dei dipendenti dei sei comuni vengono elaborate in un Comune o in un altro, poco impatta per un cittadino che si rivolge all’anagrafe del suo Comune. L‘obiettivo è quello di qualificare i servizi, specializzarli e renderli più adeguati alle nuove esigenze. È quindi una sfida sì amministrativa, ma anche di identità complessiva, di un territorio. Non a caso da anni le associazione economiche e sindacali ci chiedono di addivenire a questa soluzione e a questo obiettivo. Il percorso è solo avviato, e sarà poi la sfida di conferimento di ogni funzione e servizio la vera qualificazione delle opportunità, nell’intento comune dei sei Sindaci di continuare ad offrire una vasta gamma di opportunità e prestazioni per i nostri cittadini.

Colgo l’occasione per augurarvi una buona estate.

Il Sindaco Stefano Reggianini

Share Button

Castelfranco Entra nell’Unione del Sorbara!

Mercoledì 29 giugno in Consiglio Comunale a Castelfranco Emilia, è stata approvata l’adesione della città all’Unione dei comuni del Sorbara, che va a concludere un lungo e impegnativo cammino che segna un nuovo punto di partenza per lo sviluppo e la crescita di Castelfranco. Il segretario del Partito democratico di Castelfranco Emilia Matteo Benuzzi e il capogruppo Pd in Consiglio comunale Giovanni Marrone si uniscono per sottolineare come questo passo sia un’opportunità fondamentale per la Città. Ecco la loro dichiarazione:

 

Matteo Benuzzi

Matteo Benuzzi – Segretario PD

Giovanni Marrone

Giovanni Marrone – Capogruppo PD

“In un momento complicato come quello che oggi vive il nostro Paese, è imprescindibile, per i Comuni, stare insieme per fronteggiare, e così superare le difficoltà della Pubblica amministrazione, disponendo di risorse finanziarie e di possibilità molto più limitate rispetto agli anni passati. La gestione dei servizi associati deve rappresentare un nuovo modo di razionalizzare le risorse economiche, ma anche di valorizzare le risorse umane al fine di offrire una buona amministrazione, efficiente e di qualità, ai cittadini. È una prerogativa, questa, che non può essere disattesa ed è per questa ragione che siamo convinti che essere parte dell’Unione dei Comuni del Sorbara non solo contribuirà ad assicurare l’erogazione dei servizi attuali, ma ne garantirà l’innovazione e il miglioramento, consentendo ai Comuni che ne fanno parte di superare, attraverso la forma associativa comunale, i propri punti deboli per trasformarli in punti di forza. L’adesione all’Unione non è, dunque, un punto di arrivo, quanto un punto di partenza. Verso un futuro, insieme, all’insegna della crescita virtuosa e competitiva”.

Share Button

Il Consiglio Approva 4 mozioni targate PD

Giovedì scorso, in Consiglio Comunale a Castelfranco Emilia, sono state approvate cinque importanti mozioni presentate dal Partito democratico, che fondano le radici nei diritti fondamentali di uomini, donne e bambini, ma anche nelle campagne a favore della giustizia e nelle lotte agli sprechi cittadini. “Punti imprescindibili – spiega il segretario comunale del Pd Matteo Benuzzi – temi che sono alla base stessa del Pd, che se ne fa ogni giorno promotore e difensore”. Ecco l’elenco degli argomenti oggetto delle mozioni:

5 mozioni-01Con una specifica mozione si è ricordato il voto alle donne e chiesto un Consiglio Comunale dedicato. Il voto alle donne viene riconosciuto in Italia con il decreto del Governo Bonomi del 1° febbraio 194: quest’anno ricorre il 70esimo anniversario, un grande risultato frutto di annose battaglie, che dichiara, ogni giorno, l’uguaglianza di genere. Inoltre, per combattere gli sprechi di uno dei beni più preziosi, l’acqua, e per salvaguardare la salute dei cittadini, è stata approvata la mozione riguardante le fontanelle pubbliche: su di esse sarà segnalata la potabilità dell’acqua, ne saranno preservate le condizioni di funzionalità e verranno ripristinate quelle non funzionanti. A sostegno della campagna di Amnesty International “Verità per Giulio Regeni”, poi, è stata deliberata anche dal Consiglio Comunale, a sostegno della decisione già presa dall’Amministrazione, l’affissione al balcone del palazzo Comunale dello striscione giallo ormai a tutti gli effetti simbolo della lotta per ottenere giustizia per il ricercatore italiano ucciso a Giza lo scorso 3 febbraio. Allo stesso modo, è stata approvata anche la mozione, presentata dal Sindaco, dedicata alla totale condanna degli attacchi terroristici, riaffermando nel contempo la natura pacifica dell’Unione Europea, che non combatterà l’odio con l’odio, ma continuerà a lavorare per favorire l’integrazione e l’uguaglianza. Infine è stata approvata anche l’ultima mozione, dedicata all’attività di volontariato nelle scuole, che mira a rafforzare il senso di responsabilità nei giovani e la loro natura di cittadini di uno Stato democratico e libero che difende i diritti e le libertà di ognuno indiscriminatamente, ogni giorno.

Share Button

Bene ingresso nell’Unione allargata del Sorbara

L’Unione dei Comuni del Sorbara già composta da Bastiglia, Bomporto, Nonantola e Ravarino si allarga accogliendo anche i Comuni di San Cesario sul Panaro e Castelfranco Emilia. La soddisfazione del Pd di Castelfranco Emilia:

Schermata 2016-05-27 alle 10.35.25Il Pd di Castelfranco Emilia non può che affermarsi soddisfatto per l’ottimo risultato ottenuto dalle Amministrazioni che porterà benefici per la città sia dal punto di vista dell’organizzazione dei servizi locali che da quello della disponibilità di risorse economiche ed umane.  Castelfranco Emilia sarà la sede legale dell’Unione, e la sua rappresentanza all’interno del Consiglio unionale prevede sei componenti di maggioranza e tre di minoranza, garantendo, così, un bilanciamento efficace ed equilibrato anche rispetto alle altre rappresentanze degli altri Comuni aderenti. Riteniamo, inoltre, buona l’idea di trasferire all’Unione i servizi di Polizia municipale con la costituzione di un corpo unico unionale, i servizi informatici, la Protezione civile e il SUAP; trasferire questi servizi darà la possibilità di usufruire di una struttura non centralizzata per singolo comune, ma più efficiente e con una condivisione maggiore di competenze tecniche. “L’allargamento dell’Unione – spiega il segretario comunale del Pd di Castelfranco Emilia Matteo Benuzzi – consentirà anche alla nostra città di godere, per le funzioni trasferite, di una maggiore flessibilità dal punto di vista dei vincoli economici, dal punto di vista del turnover di personale, senza dimenticare la possibilità di avere rapporti più solidi e rappresentativi con gli enti sovraordinati quali Regione e Stato centrale. Un ringraziamento particolare va agli amministratori che si sono occupati di questo tema.”    

Share Button

Festa del centro: annullati gli appuntamenti all’aperto per maltempo

Per previste condizioni meteo avverse abbiamo preso la decisione (molto sofferta) di annullare la little color run, l’apericena con delitto e il pranzo di autofinanziamento che erano previsti all’aperto nella nostra festa del centro 2016. Rimangono comunque in piedi tutte le iniziative politiche che erano previste e che si svolgeranno al nostro circolo

 

Schermata 2016-05-12 alle 09.54.40 EVENTI 15 MAGGIO_bis

Share Button